Terminologia e-Mobility

Quali sono i termini chiave per comprendere e fare chiarezza nel mondo della mobilità elettrica? Scoprili con noi

Lo scenario che stiamo vivendo e che si prospetta davanti a noi si è modificato rapidamente e in maniera sostanziale, trasformandosi in un’importante realtà tecnologica e sempre più green, i cui sviluppi futuri saranno sempre più impattanti sulla società in cui viviamo. 

BEV (Battery Electric Vehicle)
Battery Electric Vehicle (BEV) è l’acronimo che indica i veicoli totalmente elettrici, cioè alimentati esclusivamente a batteria elettrica. Il requisito essenziale per cui un veicolo è definito elettrico è la presenza di uno o più motori elettrici e di un sistema di accumulo dell’energia ricaricabile elettricamente, che può essere alimentato dall’esterno: la batteria. Oltre all’energia proveniente dalla ricarica esterna, la batteria può immagazzinare e utilizzare l’energia recuperata durante la frenata.

MEB
Tutti i modelli della famiglia ID. si basano sulla piattaforma modulare MEB (dal tedesco Modulare E-Antriebs-Baukasten) del Gruppo Volkswagen. La MEB è stata sviluppata appositamente per le auto elettriche e sfrutta appieno le possibilità tecniche offerte dall’e-mobility, che si traducono in maggiore autonomia, comportamento di guida dinamico, un livello di connettività senza precedenti e soprattutto una grande flessibilità in termini di design, sia per gli esterni, sia per gli interni. Allo stesso tempo, la MEB getta le basi per rendere l’auto elettrica accessibile a tutti (Electric for all). Entro il 2028 fino a 15 milioni di auto elettriche in tutto il mondo saranno costruite su base MEB, e ciò genererà significative economie di scala.

PHEV (Plug-In Hybrid Electric Vehicle)
Un ibrido plug-in (PHEV) è un veicolo con due motori, uno elettrico e uno a combustione. La ricarica delle batterie delle ibride plug-in avviene tramite la connessione alla rete elettrica (Plug-in significa, letteralmente, “attaccare la spina”). Va distinto dalle auto ibride cosiddette HEV (Hybrid Electric Vehicle), rifornite ai distributori di carburante (benzina o Diesel) e in cui il motore elettrico è alimentato esclusivamente da quello termico, con una conseguente autonomia full electric estremamente ridotta, fino a un massimo di circa 5 chilometri a basse velocità. Il vantaggio del PHEV è quindi la possibilità di percorrere distanze tra i 60 e gli 80 chilometri a zero emissioni, in modalità elettrica. La presenza del motore a combustione dà la possibilità di affrontare distanze più lunghe anche quando la batteria è scarica.

mHEV (Mild Hybrid)
Le Mild Hybrid non si basano esclusivamente sull’elettrico. e-Mild Hybrid sono alimentate da un motore a combustione, potenziato da un motore elettrico compatto (<20 kW), che funge da ulteriore booster, ad esempio con un sistema di recupero da 48 volt. In qualità di supporto del motore a combustione, diminuisce i consumi di carburante e fornisce una coppia migliorata a bassi regimi. 

Full Hybrid
Un veicolo con un motore a combustione e un motore alimentato a batteria. È alimentato dal motore a combustione, ma alle basse velocità (fino a 50 km/h) e nelle brevi distanze, è possibile una propulsione completamente elettrica. L’elettricità necessaria a mettere in funzione il motore elettrico è prodotta dal motore a combustione.

CCS (Combined Charging System)
Il CCS (Combined Charging System, sistema di ricarica combinato) è uno standard di ricarica per le batterie dei veicoli full electric, che combina due diversi metodi di ricarica: AC (corrente alternata) e DC (corrente continua). Il grande vantaggio è quindi la flessibilità del sistema: l’utente può effettuare agevolmente sia la ricarica in corrente alternata AC (per esempio, con la wall box a casa o mentre è al lavoro), sia la ricarica rapida in corrente continua DC presso le apposite colonnine.

HPC – High Power Charging (ricarica ad alta potenza)
Agevolare la diffusione dell’e-mobility significa anche lavorare sull’infrastruttura di ricarica. IONITY, azienda co-fondata dal Gruppo Volkswagen, sta attualmente creando una rete europea di stazioni di ricarica ultrarapida, le cosiddette stazioni HPC (High Power Charging), che offrono una capacità fino a 350 kW. Grazie a queste caratteristiche sarà possibile ricaricare la batteria dei modelli della famiglia ID. all’80% a 125 kW in appena 30 minuti. Entro il 2020 saranno attivate 400 stazioni IONITY in tutta Europa, ciascuna dotata da un minimo di due a un massimo di dodici colonnine.

Newton metri (Nm)
La coppia è un valore importante nella progettazione dei motori. Si misura in Newton metri (Nm) e rappresenta la forza del motore perpendicolare alla distanza formata dal braccio della leva. Poiché un motore elettrico non necessita di un cambio manuale, la coppia massima si raggiunge non appena si preme l’acceleratore.

Recupero dell’energia
Il recupero dell’energia – noto anche come frenata rigenerativa – è l’accumulo dell’energia cinetica rilasciata durante la fase di frenata, che viene immagazzinata per un uso successivo. I conducenti di vetture elettriche come la e-Golf possono determinare l’“intensità” del recupero dell’energia frenante. La decelerazione massima consente un alto livello di recupero, mentre quella minima uno evidentemente inferiore. Naturalmente sulle lunghe distanze l’effetto è minore rispetto a quello del traffico urbano, dove il numero di frenate è inferiore. Più il processo di frenata è fluido, maggiore è la percentuale di energia frenante rigenerata.

Wall box
Una wall box è una stazione di ricarica compatta da fissare al muro, che può essere utilizzata con una maggiore capacità di ricarica (11-22 kW), risultando così decisamente più pratica rispetto alle tradizionali prese domestiche. 

WeCharge
Per poter ricaricare presso le colonnine di ricarica pubblica con We Charge, è necessario optare per una tariffa di ricarica e attivare la carta di ricarica WeCharge nell’app.  Con We Charge è possibile caricare presso oltre 200.000 punti di ricarica pubblici in tutta Europa, e tutti i clienti We Charge possono godere di un accesso privilegiato alla rete di ricarica rapida IONITY, in fase di allestimento lungo le autostrade europee, la quale consente di effettuare viaggi rilassanti su lunghe distanze grazie ai tempi di ricarica molto brevi.

ZEV (Zero Emission Vehicle)
Uno Zero Emission Vehicle (ZEV) è un’auto elettrica che non emette CO2 nel ciclo Tank-to-Wheel (TTW), in presenza di una rete di ricarica interamente alimentata da energia rinnovabile. I veicoli a zero emissioni sono il requisito fondamentale per una completa decarbonizzazione, che include anche la produzione.

Hai qualche dubbio su altre parole legate all’e-mobility? Scrivici quali e i nostri esperti dell’elettrico ti risponderanno immediatamente