Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra 2019: Porsche presenta nuovi modelli con motore anteriore, centrale e posteriore

Un modello bestseller, un’icona, una pura sportiva: la primavera debutta in perfetto stile Porsche

Ginevra. Porsche lancia tre nuovi modelli sportivi in occasione dell’89° edizione del Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra. In evidenza è la nuova 911 Cabriolet(1).“Ad ogni nuova generazione della 911 affrontiamo la sfida di migliorare ulteriormente la nostra icona sportiva, con cura e al tempo stesso con coerenza, affinché possa rispondere alle esigenze del futuro,” ha dichiarato Oliver Blume, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Porsche AG. Oltre alla 911 Cabriolet con motore posteriore, Porsche presenta al pubblico in visita al Salone di Ginevra la 718 T, una sportiva concepita per il puro piacere di guida con motore da 300 CV posizionato centralmente, in veste Boxster(2) e Cayman(2). A completare il trio di “debuttanti” è la Macan S(3), il modello più venduto della gamma Porsche, con un nuovo propulsore V6 turbo anteriore.

Tutti i nuovi modelli sono già configurabili e ordinabili nella sede del Centro Porsche Parma mentre per la visione e la prova saranno disponibili nei prossimi mesi.

La nuova 911 Cabriolet: la macchina senza tempo

Soli pochi giorni fa è arrivata la nuova 911 Coupé, ora è arrivato il turno della Cabriolet, la variante scoperta della 911. Il modello S monta un propulsore biturbo da 331 kW (450 CV) che raggiunge velocità massime superiori ai 300 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in meno di quattro secondi. A disposizione, una nuova trasmissione a doppia frizione a otto rapporti, oltre alla modalità Porsche Wet per una guida ancora più sicura sul fondo bagnato. Il tutto abbinato a una linea che interpreta in chiave moderna gli elementi tipici dei classici modelli 911.

La nuova 911 Cabriolet è il più recente di una lunga serie di modelli Porsche con tetto apribile: già la prima vettura costruita dalla Casa Automobilistica era infatti una cabrio. Questa variante della carrozzeria ha fatto la sua comparsa nella gamma 911 più di 30 anni fa e continua ancor oggi a simbolizzare un’esperienza di guida dall’intensità inimitabile. Il peso della capote in tela è stato ulteriormente ottimizzato: ora occorrono soltanto dodici secondi per aprirla e ripiegarla completamente grazie a un nuovo motorino idraulico. La capote si richiude con la stessa rapidità, anche quando l’auto è in marcia a velocità fino a 50 km/h. Realizzata prevalentemente in magnesio, la struttura altamente tecnologica della capote, progettata da Porsche, ne impedisce il rigonfiamento anche a velocità elevate della vettura.

Segui questo link per scoprire tutti i dettagli su nuova 911 Cabriolet

La nuova Macan S: più potente, con una linea rinnovata e connessione permanente alla Rete

Ginevra segna il debutto al pubblico anche della nuova Macan S. Porsche ha sottoposto la Macan a una completa revisione per ottimizzarne la linea, il confort, la connettività e il comportamento dinamico. I tratti distintivi del design di Porsche si ritrovano nella light bar a LED tridimensionale posta nella sezione posteriore del SUV compatto. In futuro, la tecnologia a LED sarà utilizzata di serie anche per i fari anteriori. Le novità che colpiscono maggiormente all’interno dell’abitacolo sono lo schermo touch full HD del nuovo sistema Porsche Communication Management (PCM), le bocchette di ventilazione ridisegnate e riposizionate e il volante sportivo GT già della 911, disponibile come optional. Il sistema PCM consente di accedere a nuove funzioni digitali quali i comandi vocali intelligenti e la navigazione online di serie. La gamma di dotazioni che accrescono il confort si arricchisce del nuovo Traffic Jam Assist, di uno ionizzatore che migliora la qualità dell’aria all’interno del veicolo e del parabrezza riscaldato. La Macan S è alimentata da un motore V6 turbo da 3 litri di nuova concezione, con turbocompressore Twin Scroll e configurazione Central Turbo Layout. Il propulsore eroga una potenza di 260 kW (354 CV) e sviluppa 480 Nm di coppia motrice. La trasmissione a doppia frizione (PDK) a sette rapporti e la trazione integrale attiva Porsche Traction Management (PTM) si abbinano alla perfezione al nuovo motore.

Maggiori dettagli su Macan S sono disponibili in questa news.

La nuova 718 T: un concentrato di dotazioni a vantaggio della dinamica di guida

Al Salone di Ginevra Porsche lancia un secondo nuovo modello, la 718 T. La nuova variante touring della gamma Boxster e Cayman unisce il potente motore boxer quattro cilindri turbo da 220 kW (300 CV) a componenti dinamici estremamente sofisticati, come il pacchetto Sport Chrono e il telaio sportivo PASM con assetto ribassato di 20 millimetri. La dotazione di serie include inoltre il supporto motore attivo PADM e il sistema Porsche Torque Vectoring di ripartizione variabile della coppia con differenziale autobloccante meccanico posteriore, equipaggiamenti che per la prima volta vengono proposti in abbinamento al motore boxer 2.0 litri. Insieme, questi elementi trasformano il carattere prestazionale della due posti sportiva, consentendo un’esperienza di guida particolarmente emozionante: la 718 T si troverà particolarmente a suo agio sulle tortuose strade di campagna, dove riuscirà a trasmettere al meglio il piacere di una guida dinamica, che rappresenta l‘obiettivo ultimo perseguito da questo modello. Caratterizzata da equipaggiamenti ridotti all’essenziale, questa sportiva nell’accezione più pura del termine si configura come erede della 911 T del 1968 e della 911 Carrera Clubsport del 1987.

(1)911 Carrera S Cabriolet: consumi sul ciclo misto 9,1 l/100 km, emissioni di CO2: 208 g/km
911 Carrera 4S Cabriolet: consumi sul ciclo misto 9,0 l/100 km, emissioni di CO2: 207 g/km
(2)718 Cayman T: consumi sul ciclo misto 8,1-7,9 l/100 km; emissioni di CO2: 186-180 g/km
718 Boxster T: consumi sul ciclo misto 8,2-7,9 l/100 km; emissioni di CO2: 187-181 g/km
(3)Macan S: consumi sul ciclo misto 8,9 l/100 km, emissioni di CO: 204 g/km

I valori del consumo di carburante e delle emissioni di CO2 sono stati determinati in base alla nuova procedura di omologazione Worldwide Harmonised Light Vehicle Test Procedure (WLTP). I valori NEDC da essa ricavati continueranno a essere riportati per un periodo di transizione. Tali valori non sono confrontabili con i valori determinati in base alla procedura NEDC di misurazione utilizzata fino a ora.

Maggiori informazioni sul consumo ufficiale di carburante e sui valori ufficiali delle emissioni specifiche di CO2 delle autovetture di nuova costruzione sono disponibili nelle “Linee guida su consumo di carburante, emissioni di CO2 e consumo energetico delle autovetture di nuova costruzione” [Leitfaden über den Kraftstoffverbrauch, die CO2-Emissionen und den Stromverbrauch neuer Personenkraftwagen] distribuite gratuitamente in tutti i punti vendita e presso DAT (Deutsche Automobil Treuhand GmbH).