Nuova Arteon: il coupé sportivo secondo Volkswagen

Anna Veronese Novità, Volkswagen

Motori

Quattro efficienti TSI e TDI – 4 cilindri high-tech sovralimentati

150, 190, 240 e 280 CV. La nuova Arteon sarà disponibile sul mercato italiano con quattro motori turbo a iniezione diretta: un benzina TSI 280 CV e tre Turbodiesel TDI che erogano 150, 190 e 240 CV. Tutti i motori, abbinati al cambio DSG di serie, soddisfano la norma sui gas di scarico Euro 6. Inoltre, il TSI 280 CV e il TDI 240 CV hanno anche la trazione integrale 4MOTION di serie; il TDI 190 CV può essere 4MOTION o anteriore, solo anteriore invece il 150 CV. 4MOTION identifica la trazione integrale permanente della Volkswagen. La forza motrice è distribuita tramite una frizione in base al giusto fabbisogno tra le quattro ruote. 4MOTION offre un elevato grado di sicurezza attiva, una trazione affidabile e una sempre migliore tenuta di strada. La trazione integrale lavora con i sistemi di regolazione della guida dinamica quali ESC, ASR ed EDS insieme.

Panoramica dei motori benzina della Arteon in Italia

  • 2.0 TSI, 280 CV, cambio DSG a 7 rapporti e trazione integrale 4MOTION Panoramica dei motori Diesel della Arteon in Italia
  • 2.0 TDI, 150 CV, cambio DSG a 7 rapporti
  • 2.0 TDI, 190 CV, cambio DSG a 7 rapporti, anche con trazione integrale 
4MOTION
  • 2.0 TDI, 240 CV, cambio DSG a 7 rapporti e trazione integrale 4MOTION 
2.0 TSI. In generale il TSI si distingue per le innovative soluzioni di dettaglio quali un collettore di scarico verso il turbocompressore raffreddato ad acqua e integrato nella testata (per ridurre in modo efficiente il consumo a pieno carico) e un sistema di iniezione doppio con iniezione diretta e indiretta. Grazie a una gestione completamente elettronica del liquido 
refrigerante, il 4 cilindri è caratterizzato, inoltre, da un sistema di gestione termica molto efficiente con una breve fase di riscaldamento; tutto questo riduce le perdite per attrito e quindi i consumi. Inoltre, il TSI è dotato di un sistema di fasatura variabile delle valvole con doppia regolazione dell’albero a camme. Infine, sul lato di scarico, la corsa della valvola prevede inoltre un doppio stadio di attivazione, il che ottimizza le prestazioni, i consumi e le emissioni di gas di scarico.
  • 280 CV e 7,3 l/100 km. La motorizzazione top di gamma TSI è offerta di serie con un cambio DSG a 7 rapporti e trazione integrale. Il motore turbo a iniezione diretta, tanto confortevole quanto agile, eroga una potenza massima di 280 CV tra 5.100 e 6.500 giri da una cilindrata di 1.984 cm3. La coppia massima di ben 350 Nm è disponibile in un settore di regime compreso tra 1.700 e 5.600 giri. Il 280 CV permette alla Arteon di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 5,6 secondi; la velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h. Il consumo nel ciclo combinato della Arteon 2.0 TSI 4MOTION è di 7,3 l/100 km (ciclo urbano 9,2 l/100 km; ciclo extraurbano 6,1 l/100 km). Le emissioni di CO2 sono pari a 164 g/km (nel ciclo combinato).

2.0 TDI. I motori da 1.968 cm3 sono estremamente efficienti e sono accoppiati al cambio DSG a 7 rapporti. Nella struttura modulare vengono inseriti i componenti funzionali specifici. Tra essi rientrano gli elementi rilevanti per le emissioni quali il sistema a iniezione, la sovralimentazione, l’intercooler integrato nel condotto di aspirazione e gli alberi di equilibratura per un’elevata silenziosità di funzionamento. Generalmente viene impiegato un complesso sistema di ricircolo dei gas di scarico. Questo comprende catalizzatore a ossidazione, filtro antiparticolato e sistema SCR per la riduzione dell’ossido di azoto (SCR = Selective Catalytic Reduction / Riduzione catalitica selettiva con impiego dell’additivo AdBlue).

  • 150 CV e 4,4 l/100 km. Il più piccolo dei TDI 16 valvole eroga 150 CV tra 3.500 e 4.000 giri, rendendo disponibile la coppia massima di 340 Nm (fino a 3.000 giri) già a partire da 1.750 giri. La Arteon 2.0 TDI

150 CV raggiunge i 220 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 9,1 secondi. I consumi si attestano ad appena 4,5-4,4 l/100 km (nel ciclo combinato). Nel ciclo urbano si raggiungono dai 5,4 ai 5,3 l/100 km, mentre nel ciclo extraurbano si arriva a 4,0-3,9 l/100 km. Le emissioni di CO2 sono pari a 116-114 g/km.

  • 240 CV e 5,9 l/100 km. Con 240 CV, il TDI più potente della Arteon è allo stesso tempo il più potente di tutti i TDI 4 cilindri della Volkswagen. Il 16 valvole biturbo eroga la sua potenza massima a 4.000 giri e sviluppa la coppia massima di ben 500 Nm tra 1.750 e 2.500 giri. Per ottenere l’elevata potenza specifica di 120 CV per litro di cilindrata, per il motore è stato realizzato un modulo biturbo compatto con un turbocompressore a gas di scarico ad alta pressione e uno a bassa pressione; il modulo consente una pressione di sovralimentazione fino a 3,8 bar. Il carburante viene iniettato nelle camere di combustione attraverso gli iniettori piezoelettrici con una pressione fino a 2.500 bar. Con il TDI 240 CV, la Granturismo raggiunge una velocità massima di 245 km/h. In considerazione dell’elevata potenza, i consumi risultano straordinariamente ridotti: 5,9 l/100 km nel ciclo combinato, 7,1 l/100 km nel ciclo urbano e 5,1 l/100 km nel ciclo extraurbano. In questo caso le emissioni di CO2 si attestano a 152 g/km nel ciclo combinato.

Catalizzatore SCR. I tre motori TDI della Arteon sono dotati di un catalizzatore SCR. Posizionando in prossimità del motore il catalizzatore a ossidazione e il filtro antiparticolato con sistema SCR (Selective Catalytic Reduction – riduzione catalitica selettiva), i componenti per il post trattamento dei gas di scarico intervengono con particolare rapidità. Impiegando un filtro antiparticolato appositamente rivestito, il sistema SCR trasforma l’ossido di azoto (NOx) nei gas di scarico (all’interno dell’effettivo catalizzatore SCR) in azoto (N2) e acqua (H2O). Questa trasformazione avviene utilizzando l’AdBlue, un prodotto sintetico, che si trova in un serbatoio da 13 litri e che viene rabboccato solamente ogni 9.000 chilometri tramite un apposito bocchettone nello sportello del serbatoio.