La SEAT migliora i propri risultati del 56% nel 2014

checcobai_ Novità, SEAT

La SEAT migliora i propri risultati del 56% nel 2014

  • Risultati dopo le imposte: -66 milioni di Euro
  • La SEAT raggiunge il fatturato record di 7,5 miliardi di Euro
  • EBITDA pari a 300 milioni di Euro e cash flow a +46%

La SEAT prosegue con determinazione il proprio percorso verso la crescita sostenibile. L’aumento delle vendite nel 2014 ha consentito all’Azienda di Martorell di chiudere l’anno con un fatturato record di 7.497 milioni di Euro, segnando un incremento del 15,8% rispetto al 2013, nonché il più alto ricavo della sua storia. I risultati dopo le imposte nell’esercizio finanziario sono pari a -66 milioni di Euro, migliorando del 56% rispetto al 2013 (-149 milioni).

Il 2014 ha rappresentato un’importante svolta nel nostro percorso verso la redditività sostenibile. Non solo abbiamo migliorato i risultati di vendita rispetto all’anno passato e raggiunto il miglior risultato dal 2007, ma abbiamo anche spostato il nostro baricentro sulla Leon, un modello capace di garantire una maggiore redditività”, ha sottolineato Jürgen Stackmann, Presidente della SEAT, durante la presentazione dei risultati del 2014.

L’aumento del fatturato è stato reso possibile principalmente dalla crescita delle vendite, trascinate dalla forza crescente di mercati come Germania, Spagna, Regno Unito ed Europa Centrale. Ciò, insieme al sopraggiungere di prodotti nella gamma in grado di generare maggior margine, ha rafforzato il trend positivo dei risultati Aziendali. Grande protagonista di questo successo è senza dubbio la SEAT Leon, con 154.000 unità consegnate (+49,9% rispetto all’anno precedente) nel 2014, affermandosi come il modello più venduto del Marchio, che supera per la prima volta la Ibiza. La crescita della famiglia Leon ha reso possibile un aumento del ricavo medio per unità nel 2014, in particolare grazie al successo immediato della prima station wagon del Marchio, la Leon ST, che ha superato le 47.000 unità vendute. Negli ultimi cinque anni i ricavi dell’Azienda sono aumentati del 61%.

Il 2014 della SEAT è stato caratterizzato da investimenti incessanti nel settore Ricerca e Sviluppo, con l’obiettivo di ampliare la gamma prodotti, e dall’aumento delle attività di marketing e comunicazione, al fine di rafforzare la conoscenza del Marchio. Ad influire negativamente sui ricavi, l’aumento degli ammortamenti e dei costi del personale (in particolare dovuti all’integrazione in organico dei collaboratori della SEAT Componentes), così come la concorrenza basata sul prezzo nei mercati dell’Europa Occidentale. Ma nonostante questi aspetti, il risultato operativo ha segnato un miglioramento del 23% rispetto al 2013, attestandosi a -167 milioni di Euro*.

La SEAT ha incrementato la propria capacità di generare profitti attraverso il suo core business, generando nel 2014 un EBITDA (margine operativo al lordo di interessi, imposte, deprezzamento e ammortamenti) di 300 milioni di Euro (+36%) e aumentando il cash flow del 46%, toccando i 523 milioni di Euro. Holger Kintscher, Vicepresidente per Finanza e Organizzazione, ha rimarcato come “la SEAT continui a migliorare la propria capacità di generare risorse per finanziare gli investimenti e consolidare la propria posizione finanziaria. Dopo il 2013, anche lo scorso anno costituisce un altro importante passo verso il futuro”. La sguardo fisso della Casa di Martorell verso l’innovazione è dimostrato dal fatto che lo scorso anno siano stati destinati ben 457 milioni di Euro a investimenti e spese in Ricerca e Sviluppo (R&D), per un totale di oltre 2,6 miliardi di Euro negli ultimi cinque anni.

La formula del successo La Leon è senza dubbio il modello che riflette alla perfezione il trend positivo dell’Azienda. Il successo di questo modello compatto è stato ulteriormente potenziato dalle nuove versioni a completamento della famiglia – tra i fattori che hanno contribuito all’aumento del 10% delle vendite globali della SEAT, con 390.500 unità nel 2014. In virtù degli ottimi risultati raggiunti, il Presidente Jürgen Stackmann ha affermato con decisione che la vincente “formula Leon” verrà applicata al resto della gamma. La Ibiza, icona del Marchio spagnolo che proprio nel 2014 ha festeggiato il traguardo dei 30 anni, è il secondo pilastro del successo della SEAT, con oltre 5 milioni di unità vendute. In aggiunta a ciò, anche l’ottimo risultato segnato dalla Audi Q3 ha contribuito a toccare le 442.677 unità prodotte presso lo stabilimento di Martorell (+13,5%): il miglior risultato degli ultimi 12 anni.

Nuove opportunità L’aumento delle vendite e della produzione ha portato la SEAT all’assunzione di 800 nuovi collaboratori, di cui 350 sono diventati contratti a tempo indeterminato da gennaio 2015, riconfermandosi così uno tra i principali datori di lavoro nel settore industriale in Spagna. A dimostrazione del proprio impegno verso la formazione pratica e l’attenzione ai giovani, inoltre, l’Azienda ha da poco inserito nel proprio organico i primi 45 diplomati del cosiddetto programma “duale”, corso di formazione triennale con una qualifica valida sia in Spagna che in Germania. Complessivamente, nel 2014 sono stati destinati 14 milioni di Euro per la formazione del personale.

Uno sguardo al futuro La SEAT punta alla crescita anche per il 2015. Nei primi due mesi dell’anno le vendite a livello globale hanno registrato un +7,5% rispetto allo stesso periodo del 2014, grazie soprattutto alla tendenza positiva in mercati come Spagna, Italia, Regno Unito, Europa Centrale e Messico. Durante l’anno in corso la SEAT si prepara per il lancio del primo SUV del Marchio, che sarà presentato al Salone di Ginevra del prossimo anno. La progettazione e lo sviluppo del nuovo modello sono in corso presso il Centro Tecnico SEAT di Martorell, una struttura che proprio quest’anno celebra il suo 40° anniversario.

– – – –

(*) La SEAT compila i propri rendiconti annuali in conformità al “Plan general contable español”, che non comprende le Aziende affiliate. Il Gruppo Volkswagen applica gli International Accounting Standards (principicontabili internazionali – IAS/IFRS), e consolida le cifre del Marchio SEAT.

La SEAT è l’unica Casa automobilistica in Spagna in grado di progettare, sviluppare, produrre e commercializzare vetture. Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% della produzione in 75 Paesi nel mondo. La SEAT nel 2014 ha fatturato un totale di quasi 7,5 miliardi di euro, il risultato migliore di sempre, con un totale di 390.500 vetture vendute in tutto il mondo.

La SEAT conta 14.000 dipendenti e ha tre siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell (Barcellona), dove si producono – fra gli altri – i modelli di successo quali Ibiza e Leon. Presso lo stabilimento del Gruppo Volkswagen a Palmela (Portogallo) viene prodotta la monovolume Alhambra. La SEAT Mii viene prodotta nell’impianto di Bratislava (Slovacchia), mentre la Toledo nello stabilimento di Mladá Boleslav (Repubblica Ceca).

La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico, che proprio quest’anno celebra il suo 40° anniversario, che si configura come un knowledge hub e che accoglie 900 ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna. Nell’ambito del proprio impegno a tutela dell’ambiente, la SEAT svolge la propria attività in linea con i criteri di sostenibilità, riduzione del CO2, efficienza energetica, riciclo e riutilizzo delle risorse.

In Italia la SEAT è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A., Consociata del Gruppo Volkswagen e distributore anche degli autoveicoli Volkswagen, Audi, ŠKODA e Volkswagen Veicoli Commerciali.