Sportività Open Air – Le nuove Audi TT Roadster e TTS Roadster

checcobai_ Audi, Eventi, Novità

Design di carattere coniugato a un look senza tempo: Audi TT Roadster e TTS Roadster di terza generazione proseguono sulla scia di una tradizione consolidata. I designer Audi hanno reinterpretato le linee di design classiche, introducendo componenti innovativi.

  • Roadster compatta che attrae per il design autentico e le caratteristiche di guida dinamiche
  • L’innovativo Audi virtual cockpit sostituisce gli indicatori analogici
  • Il commento di Ulrich Hackenberg, Membro del Board di AUDI AG per lo Sviluppo Tecnico: “Aumentiamo ulteriormente l’esperienza tecnologica a bordo”
  • In vendita da fine 2014 con Presentazione in Showroom nel 2015
  • Le versioni Coupé verranno presentate a Novembre

Bellezza nella sua forma più autentica: Audi presenta le nuove Audi TT Roadster e Audi TTS Roadster al Salone dell’Automobile di Parigi. La due posti compatta definisce nuovi standard in termini di design, trazione e assetto. Il fiore all’occhiello della terza generazione di TT è l’Audi virtual cockpit. Per la prima volta, la strumentazione digitale fornisce tutte le informazioni nel campo visivo del conducente e le visualizza dalla prospettiva migliore. Grazie al suo nuovo sistema di comando e visualizzazione, la Audi TT è già stata insignita dei riconoscimenti Car Connectivity Award e Automotive Interiors Expo Awards come migliore innovazione dell’anno per l’abitacolo.

L’idea di realizzare una roadster compatta secondo chiare regole geometriche ha costituito il concetto originale di sviluppo del modello Audi TT nell’autunno 1994” spiega Ulrich Hackenberg, Membro del Consiglio del Board di AUDI AG per lo Sviluppo Tecnico. “Già nella sua prima generazione era un’auto sportiva a tutti gli effetti, ma con un design autentico. Con la nuova TT Roadster abbiamo voluto rinnovare con coerenza questo concetto, introducendo diverse innovazioni come l’Audi virtual cockpit, che innalzano ulteriormente l’esperienza tecnologica a bordo della vettura”.

Audi TT Roadster

Divertimento nella guida open air: il concetto La nuova TT Roadster coniuga il feeling di guida dinamico di un’auto sportiva e l’esperienza di guida di una due posti cabriolet. Tutto ciò è possibile grazie ai rinforzi presenti nel sottoscocca e nella carrozzeria in grado di migliorare sensibilmente sia la rigidità torsionale sia il comfort legato alle vibrazioni. Su strada, la nuova TT Roadster vanta una compattezza tutta sportiva. Con i suoi 4.177 millimetri questa due posti è più corta di 21 mm rispetto al modello precedente. Il passo di 2.505 millimetri è tuttavia maggiore di 37 mm e, di conseguenza, gli sbalzi sono più corti. Con una larghezza di 1.832 millimetri e un’altezza di 1.355 millimetri, la nuova TT Roadster è più stretta di 10 mm e più bassa di 3 mm rispetto al suo predecessore. Con capote chiusa il valore cx si attesta ad appena 0,30, il miglior valore nel segmento delle auto sportive compatte. Ciò consente ad Audi di abbinare un design possente a un’eccellente aerodinamica. Il frontale di questa sportiva cabriolet trasmette potenza ed energia con linee di design marcatamente orizzontali. Come per la Audi R8, il single frame è largo e piatto e, conformemente alla linea stilistica delle auto sportive ad alte prestazioni, i quattro anelli sono posizionati sul cofano motore. Nella versione base le prese d’aria sono unite e ripartite verticalmente da due lamelle.

Tecnologia innovativa: la trazione integrale permanente quattro La trazione integrale permanente quattro si presenta completamente rinnovata: per il motore 2.0 TFSI di TT Roadster è disponibile a richiesta, mentre è di serie per TTS Roadster. In normali condizioni di marcia, la sua frizione a lamelle a comando elettroidraulico ripartisce in modo ottimale le coppie di trazione tra assale anteriore e posteriore in funzione delle condizioni di guida, delle caratteristiche della strada e delle preferenze del conducente. Grazie alla gestione elettronica della frizione, piacere di guida e sicurezza vengono innalzati a un nuovo livello. Selezionando la modalità di guida sportiva, la potenza viene trasmessa maggiormente all’assale posteriore, spingendo letteralmente la nuova TT Roadster e TTS Roadster nelle curve. Su una strada con coefficiente di attrito ridotto è possibile eseguire anche drifting controllati e in sicurezza.

Nella terza generazione di Audi TT la trazione integrale permanente è integrata per la prima volta nel sistema di controllo della dinamica di marcia Audi drive select, che consente al conducente di variare le curve caratteristiche del motore e il funzionamento della servoassistenza selezionando le modalità comfort, auto, dynamic, efficiency e individual. Inoltre, Audi drive select interviene su una serie di innovazioni tecnologiche fornibili a richiesta, per esempio la regolazione degli ammortizzatori adattiva Audi magnetic ride (di serie per TTS Roadster) e il cambio S tronic a sei rapporti. Nei pistoni degli ammortizzatori circola un olio idrocarburico sintetico contenente microscopiche particelle magnetiche. Anteriormente ogni ammortizzatore ne contiene 154 ml, mentre al posteriore la quantità sale a 185 ml. Quando viene applicata tensione a una bobina, si crea un campo magnetico, che modifica l’orientamento delle particelle: queste ultime infatti si orientano trasversalmente alla direzione del flusso dell’olio, rallentandone il passaggio attraverso i canali del pistone.

La centralina analizza costantemente le condizioni della strada e lo stile di guida. A seconda della modalità impostata nel sistema Audi drive select, la nuova Audi TT Roadster e TTS Roadster viaggiano in modo relativamente confortevole, equilibrato o aderendo con decisione alla strada. Nella modalità dynamic si esprime tutto il potenziale dinamico della vettura: il sostegno mirato alle singole ruote in caso di percorrenza della curva a velocità elevate fa aderire la roadster Audi alla strada, eliminando ogni possibile sbandamento e rendendo la risposta dello sterzo ancora più immediata. In fase di frenata Audi magnetic ride riduce il fenomeno di beccheggio.

Photogallery – Audi TT Roadster

Photogallery – Audi TTS Roadster