La nuova Seat Leon ST 4Drive: versatile su ogni tipo di superficie

checcobai_ Novità, SEAT

La nuova SEAT Leon ST 4Drive: versatile su ogni tipo di superficie 

  • Sistema di trazione integrale con frizione Haldex di quinta generazione a controllo elettronico
  • L’XDS garantisce ottima aderenza in tutte le condizioni
  • Disponibile con motori TDI CR da 105 e 150 CV: efficienza e prestazioni eccellenti

Arriva la SEAT Leon familiare più versatile: la ST 4Drive. Con l’introduzione della versione a trazione integrale, la Casa di Barcellona estende ulteriormente la sua gamma di successo. La nuova Leon ST 4Drive monta un moderno sistema Haldex a controllo elettronico che permette di mantenere la massima aderenza anche in condizioni avverse del terreno. Se a tutto questo si aggiungono le già note qualità di sportività, dinamismo, funzionalità, prestazioni ed efficienza della Leon ST, ci troviamo di fronte a una campionessa di versatilità.

La trazione integrale permanente 4Drive vanta una lunga tradizione alla SEAT: già in 1999, la Leon 1.8 20VT 180 CV era una combinazione vincente di un potente propulsore con un’eccellente trazione. Ora, la nuova versione a trazione integrale permanente della station wagon di Casa SEAT è ancora più versatile. La Leon ST 4Drive a quattro ruote motrici monta infatti il sistema Haldex di quinta generazione: il sistema, ad azionamento idraulico e controllo elettronico, reagisce rapidamente in tutte le condizioni di guida, apportando considerevoli benefici in termini di sicurezza attiva e dinamicità; funziona in combinazione con il differenziale a bloccaggio elettronico XDS, che migliora la trazione e la tenuta in curva, permettendo alla nuova Leon ST 4Drive di mantenere un’ottima aderenza in ogni condizione. La Leon ST 4Drive è proposta in due versioni di motore: il TDI da 105 e 150 CV, due propulsori contraddistinti dalle magnifiche prestazioni e un’efficienza sorprendente, e abbinati entrambi a un cambio manuale a 6 rapporti. Il motore 1.6 TDI 105 CV segna un consumo di soli 4,5 l/100 km a fronte di emissioni pari a 119 g/km. Raggiunge una velocità massima di 187 km/h e consente un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 12 secondi. Il consumo medio del propulsore 2.0 TDI, invece, si attesta a soli 4,8 l/100 km a fronte di emissioni di 124 g/km. Un’efficienza degna di nota per un’auto a trazione integrale che, grazie a un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 8,7 secondi e a una velocità massima di 211 km/h, vanta inoltre brillanti prestazioni.

Oltre ai motori TDI di ultima generazione e alla trazione integrale a controllo elettronico intelligente, la Leon ST 4Drive presenta un ampio ventaglio di soluzioni tecnologiche. Il sistema di comando dinamico EDS, il già citato differenziale a bloccaggio elettronico XDS, il controllo elettronico della stabilizzazione ESC e il sistema di frenata multipla garantiscono la massima sicurezza. I fari LED integrali, il regolatore automatico della distanza ACC con sistema di frenata di emergenza, il dispositivo di rilevamento della stanchezza e l’assistente di mantenimento corsia sono equipaggiamenti su richiesta che contribuiscono ad accrescere il livello di sicurezza che offre la vettura. L’introduzione del sistema a trazione integrale mantiene intatte le qualità e la funzionalità della SEAT Leon ST; infatti, resta invariato l’eccezionale volume del vano bagagli, con una capacità che va dai 587 ai 1.470 litri abbattendo gli schienali dei sedili posteriori. Alcune versioni della vettura offrono la possibilità, inoltre, di abbattere lo schienale del sedile del passeggero, permettendo di aumentare la lunghezza massima di carico fino a 2,67 metri. Inoltre, la nuova SEAT Leon ST 4Drive, che sarà disponibile nella versione di allestimento Style, mantiene l’elevato livello di dotazioni e dispositivi di infotainment del resto della gamma.

Trasmissione integrale di ultima generazione La nuova Leon ST 4Drive è dotata di uno dei sistemi a trazione integrale permanente più avanzati ed efficienti del suo segmento: la quinta generazione del nuovo sistema Haldex, che consiste in una frizione multidisco ad azionamento idraulico e controllo elettronico. Un dispositivo che, unitamente al differenziale a bloccaggio elettronico XDS, e reagisce in modo estremamente rapido alle diverse condizioni di trazione, incrementando il livello di sicurezza attiva e il comportamento dinamico della vettura.

Normalmente, in situazioni di marcia normali, la trazione è affidata all’asse anteriore trasmettendo la maggior parte della coppia motrice alle ruote anteriori. In caso di perdita di aderenza, la coppia motrice è distribuita in modo rapido ed efficiente verso le ruote posteriori o verso la ruota che richiede una trazione maggiore, prima dello slittamento. Così, durante l’avviamento e l’accelerazione, la coppia passa al retrotreno e, ad alte velocità, passa all’avantreno per mantenere un consumo ridotto. A sua volta, in manovre di parcheggio convenzionali, la trazione agisce solo sull’avantreno. Il sistema Haldex di quinta generazione funziona unitamente al differenziale a bloccaggio elettronico XDS. La sua dotazione elettronica è stata estesa alle condizioni di bassa aderenza, per cui non agisce solo sull’avantreno, ma anche sul retrotreno. Durante le sterzate, il differenziale XDS invia maggiore trazione alle ruote esterne, migliorando l’aderenza e la tenuta in curva. Inoltre, in condizioni di bassa aderenza, come all’avviamento su strade gelate o innevate, il moderno sistema Haldex e il differenziale XDS inviano la potenza all’asse posteriore o alla ruota che presenta la maggiore trazione.

Dall’altro lato, il controllo elettronico della stabilità ESC presenta una regolazione più flessibile grazie all’architettura elettronica della nuova Leon, che apporta maggiori informazioni alla centralina. Tutti i modelli dispongono di uno stabilizzatore per rimorchio sull’ESC, che lavora in combinazione con lo sterzo, un aspetto che può risultare molto interessante per il tipo di utente di questo veicolo. Le modifiche necessarie per adattare la trazione integrale 4Drive alla Leon ST sono state minime. Il serbatoio del combustibile ha una capienza superiore, pari a 55 litri, permettendo di mantenere l’elevata autonomia che contraddistingue anche i modelli a trazione anteriore della famiglia. Nel telaio è stato incorporato un retrotreno specifico, con diverse tarature delle sospensioni e un isolamento specifico, per mantenere lo stesso comfort delle versioni a due ruote motrici. Il peso totale è aumentato di appena 124 chilogrammi rispetto alle versioni a due ruote motrici, mentre il volume del vano bagagli resta invariato, anche con la ruota di emergenza.

Due moderni motori TDI Per potenziare la nuova SEAT Leon ST 4Drive sono stati scelti due motori TDI di ultima generazione. Si tratta del motore 1.6 TDI CR da 105 CV e del 2.0 TDI CR da 150 CV. Oltre alla loro eccezionale efficienza e alle elevate prestazioni, entrambi i propulsori sono adatti alle nuove necessità del sistema a trazione integrale intelligente. Prestazioni, consumi ed emissioni rimangono praticamente invariati rispetto a quelli delle versioni a due ruote motrici. Con una coppia massima di 250 Nm, il motore 1.6 TDI sviluppa 105 CV con un’accelerazione e una velocità massima rispettivamente di 12,0 secondi e 187 km/h. Il suo consumo medio è pari ad appena 4,5 litri ogni 100 chilometri. A differenza delle versioni a due ruote motrici dotate di questo propulsore, che includono un cambio a cinque rapporti, per i modelli 4Drive è stato scelto un cambio a sei rapporti, più adatto alle nuove esigenze della trazione integrale. Il motore 1.6 appartiene all’ultima generazione dei propulsori TDI, con un dispositivo di trattamento dei gas di scarico sotto il cofano, un sistema innovativo di gestione termica che raffredda separatamente il blocco motore e la testata e un dispositivo integrato nel collettore d’aspirazione che raffredda l’aria del turbocompressore. In secondo luogo, è stato ottimizzato l’attrito interno del gruppo motore, che rappresenta un passo fondamentale verso il miglioramento dell’efficienza. Le sue emissioni sono pari ad appena 119 g/km di CO2.

La nuova SEAT Leon ST 4Drive con motore 2.0 TDI CR 150 CV, abbinato al cambio manuale a 6 rapporti, eroga una coppia massima di 340 Nm, raggiunge un’accelerazione massima da 0 a 100 km/h in soli 8,7 secondi e vanta una velocità massima di 211 km/h. Il suo consumo medio è pari ad appena 4,8 litri ogni 100 chilometri a fronte di solo 124 g/km di CO2. Il motore 2.0 TDI appartiene all’ultima generazione di motori con gestione termica intelligente e frizione ridotta. Due assi di bilanciamento garantiscono una guida più dolce.

Dinamica, spaziosa e funzionale Uno degli aspetti più apprezzati della SEAT Leon ST è la sua perfetta armonia, poiché combina alla perfezione il dinamismo del resto della gamma, incorporando però un abitacolo più spazioso e funzionale. Risulta quindi la vettura perfetta per accogliere le versioni con trazione integrale 4Drive. La fiancata della versione ST presenta proporzioni armoniose ed equilibrate, grazie al rapporto tra la carrozzeria (2/3) e la superficie vetrata (1/3). Questa netta divisione accentua l’aspetto solido e sottolinea la stabilità raffinata dell’elegante station wagon. La superficie del finestrino laterale si restringe leggermente verso la parte posteriore ed enfatizza la sensazione di spaziosità, che può risultare ulteriormente accentuata con il tetto apribile panoramico, disponibile a richiesta. I mancorrenti al tetto di serie sottolineano la lieve tensione della linea del tetto. Il posteriore, allungato di 27 centimetri (quindi arrivando a una lunghezza totale 4,535 metri), dà un’idea della capienza del vano bagagli, mentre il lunotto angolato, la linea delicatamente arrotondata del tetto e le spalle muscolose delineano la sportività e il dinamismo della vettura. Come già sottolineato, l’integrazione del sistema a trazione integrale nelle versioni 4Drive non ha assolutamente intaccato l’eccezionale abitabilità della SEAT Leon 4Drive. Lo spazio dedicato al vano bagagli ha una capacità di 587 litri, ma può arrivare a 1.470 grazie abbattendo gli schienali dei sedili posteriori. Inoltre permette di trasportare articoli particolarmente lunghi, poiché con lo schienale del sedile del passeggero ribaltato può contenere oggetti di lunghezza fino a 2,67 metri. Le nuove SEAT Leon ST 4Drive si riconoscono grazie al logo specifico incorporato nel pomello della leva del cambio e all’inclusione delle sigle nel portellone posteriore.

Allestimento completo La SEAT Leon ST 4Drive è disponibile in un’unica versione di allestimeno, Style, che comprende tra gli altri, i seguenti equipaggiamenti di serie: sette airbag, ESC, XDS, ABS +ASR, disattivazione airbag passeggero, sensore pressione pneumatici, sistema di frenata anticollisione multipla, assistente alle partenze in salita, ancoraggi Isofix con Top Tether nei due sedili posteriori, volante multifunzione a tre razze, regolatore di velocità, climatizzatore bi-zona, fendinebbia con funzione cornering, Radio Media System Colour (che comprende schermo touchscreen a colori da 5”, connessione Bluetooth, porta USB/Aux-in, scheda SD, lettore CD e 6 altoparlanti), alzacristalli anteriori e posteriori elettrici, computer di bordo, spia cinture di sicurezza anteriori, spia luci accese, chiusura centralizzata, funzione Coming Home, luci diurne, spia cambio marcia, bracciolo anteriore e posteriore, cerchi in lega da 16”, ruota di scorta, regolazione altezza sedile conducente e passeggero, regolazione lombare sedile conducente, specchietti retrovisori esterni elettrici e riscaldabili, inserti interni cromati, console centrale con cassetto integrato e portabevande, cassetto portaoggetti sotto sedile conducente, luci di lettura anteriori e posteriori, mancorrenti cromate sul tetto, sistema Easy folding, ganci di carico e doppio fondo nel vano bagagli, 2 reti laterali e 2 fasce elastiche e cappelliera vano bagagli avvolgibile. Oltre all’allestimento di serie, la nuova SEAT Leon ST 4Drive offre anche un’ampia selezione di optional per la sicurezza e il comfort dei suoi clienti, come ad esempio i fari LED integrali, il tettuccio panoramico elettrico, i sensori luce e pioggia, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, senza dimenticare il SEAT Sound System e il navigatore.

Maggiori informazioni saranno disponibili nel nostro Showroom Seat a Parma