La Porsche 918 Spyder festeggia il debutto a Francoforte

checcobai_ Novità, Porsche

Parte la produzione della spettacolare super sportiva ad alto contenuto tecnologico

Stoccarda. L’icona tecnologica Porsche 918 Spyder celebra il suo debutto mondiale al Salone Internazionale dell’Automobile (IAA) 2013 di Francoforte. La vettura super sportiva a trazione ibrida plug-in inaugura una nuova era nella costruzione delle vetture super sportive. Nessuna vettura super sportiva idonea all’uso quotidiano era riuscita finora a combinare una dinamica di guida straordinaria con consumi pari a quelli di un’utilitaria.

La 918 Spyder assume quindi un ruolo paragonabile a quello della 911, che debuttò all’IAA mezzo secolo fa e che viene celebrato da Porsche con la presentazione del modello speciale in edizione limitata “50 Anni 911”. La vettura si basa sull’attuale 911 Carrera S, che unisce gli elementi tradizionali della 911 alla tecnica più avanzata. Porsche completa la tripletta delle vetture sportive con le nuove 911 Turbo e Turbo S che verranno presentata per la prima volta al pubblico in occasione dell’Esposizione di Francoforte.

Anche la nuova generazione Panamera dimostra lo straordinario sviluppo del programma di modelli Porsche. L’innovativa Panamera S E-Hybrid, come prima trazione ibrida plug-in della categoria superiore, è una prova dell’incomparabile competenza Porsche nello sviluppo di propulsori sportivi efficienti.

La straordinaria combinazione di potenza ed efficienza, tipica del Marchio, resta la formula di successo Porsche e permette al costruttore di vetture sportive di conseguire nuovi record nelle vendite. Matthias Müller, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Porsche AG: “Da gennaio a luglio siamo riusciti a consegnare circa 95.300 nuove vetture in tutto il mondo registrando un incremento del 17 percento rispetto ai primi 7 mesi del 2012. Siamo quindi molto fiduciosi per i prossimi mesi e riteniamo, già oggi, di riuscire nel 2013 a superare i risultati di vendita conseguiti l’anno scorso. Considerata la situazione attuale, ci stiamo avviando verso un nuovo anno record e questo sebbene le condizioni economiche generali siano tutt’altro che soddisfacenti”. Il 2012, con 143.096 vetture vendute e un fatturato di 13,9 miliardi di euro, è stato l’esercizio di maggior successo nella storia di Porsche.

DNA Porsche per il futuro: la 918 Spyder con trazione ibrida ad elevate prestazioni La 918 Spyder è la trasformazione del tradizionale codice genetico Porsche in un concetto di vettura sportiva orientato al futuro. Concepita sin dall’inizio come una vettura ibrida ad elevate prestazioni, riesce a coprire come nessun’altra la distanza tra la performance di una vettura supersportiva da 887 CV e l’avanzare praticamente silenzioso di una vettura elettrica, accelerando da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi a fronte di consumi tra i 3,0 e i 3,3 l/100 km. La 918 Spyder è stata concepita anche per un utilizzo combinato di motore a combustione e motore elettrico al fine di ottimizzare ulteriormente la dinamica di guida.

L’icona delle vetture sportive celebra l’anniversario: il modello speciale “50 Anni 911” Il debutto mondiale si festeggiava nel settembre del 1963 all’IAA. Da allora la 911 è l’icona delle vetture sportive per gli appassionati di automobili di tutto il mondo. A Francoforte, la 911 celebra il suo 50° anniversario. Porsche rende onore alla sua vettura più venduta con un modello speciale basato sulla 911 Carrera S e limitato a 1.963 esemplari, in omaggio all’anno del debutto mondiale della 911. Il modello speciale 911 non solo è ricco di particolari e citazioni estetiche riprese dai primi anni dell’icona delle vetture sportive, ma combina anche in maniera esclusiva la carrozzeria larga dei modelli a trazione integrale con la classica trazione posteriore. Anche questa è una reminiscenza della prima 911, il cui motore boxer a sei cilindri trasferiva la potenza sulle ruote posteriori.

La nuova 911 Turbo: dinamica di guida ancora più elevata e consumi ulteriormente ridotti Dieci anni dopo la prima 911, già nel 1973 veniva presentato all’IAA il primo prototipo della 911 Turbo. In occasione dell’anniversario dei 40 anni, Porsche presenta con la nuova generazione 911 Turbo e Turbo S, l’apice della tecnologia e della dinamica di guida della serie 911. Nuova trazione integrale, asse posteriore sterzante attivo, aerodinamica adattiva, fari a LED e il potente motore boxer 6 cilindri, che sviluppa fino a 560 CV, con sovralimentazione biturbo consacrano la 911 Turbo di nuova generazione come vettura sportiva superiore idonea sia all’impiego in pista sia all’uso quotidiano. Il sistema di compensazione attiva del rollio PDCC, impiegato per la prima volta nei modelli 911 Turbo, assicura una dinamica di guida ancora più elevata. Nella 911 Turbo S questo sistema è compreso nell‘equipaggiamento di serie, come il pacchetto Sport Chrono inclusi il sistema supporti motore attivi e l‘impianto frenante in ceramica PCCB. Per la 911 Turbo, invece, tutti i sistemi sono disponibili come optional. Risultato: la nuova 911 Turbo S riduce il tempo sul giro sulla Nordschleife del Nürburgring a 7:27 minuti, naturalmente con pneumatici di serie. Allo stesso tempo, entrambe le vetture supersportive migliorano l’efficienza raggiungendo nel NEDC un valore di 9,7 l/100 km con una riduzione del 15 percento rispetto ai valori precedenti.

Porsche attende i visitatori, gli appassionati e i clienti all’IAA, presso il Padiglione 3.0, Stand A12. La conferenza stampa si terrà il 10 settembre alle ore 10.00 presso lo stand Porsche. La conferenza stampa può essere seguita in diretta al seguente link: http://www.media-server.com/m/p/aj2v4htx/lan/de