La Audi RS Q3, la prima RS della gamma Q

checcobai_ Audi, Novità

Audi presenta al prossimo Salone dell’Automobile di Ginevra la RS Q3, il primo modello RS dell’apprezzata gamma Q, che coniuga un’elevata versatilità nell’uso quotidiano con prestazioni superiori: per accelerare da 0 a 100 km/h occorrono solo 5,5 secondi e la velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h. Il cinque cilindri turbo da 2.5 litri ha una potenza di 310 CV (228 kW) e consuma in media solo 8,8 litri di carburante ogni 100 km.

“La RS Q3 porta la filosofia Audi delle alte prestazioni nel segmento dei SUV compatti e inaugura così una nuova categoria di potenza” dichiara Franciscus van Meel, Responsabile della quattro GmbH. “Insieme alla RS 5 Cabriolet, alla RS 6 Avant e alla RS 7 Sportback, la RS Q3 è il quarto modello RS ad arrivare sul mercato nel 2013. La famiglia RS, ora di otto componenti, non è mai stata così grande”. La RS Q3 coniuga le tipiche caratteristiche RS, quali la grande potenza e il piacere di guida, con appeal ed elevata praticità. Il nuovo modello è stato sviluppato dalla quattro GmbH, consociata di AUDI AG.

La RS Q3 vanta un motore ad alte prestazioni: il 2.5 TFSI a cinque cilindri, eletto da una giuria internazionale di esperti “International Engine of the Year“ nella sua categoria per tre volte consecutive a partire dal 2010. Il turbo a iniezione diretta genera, da una cilindrata di 2.480 cm3, una potenza massima di 310 CV (228 kW) tra i 5.200 e i 6.700 giri, raggiungendo la coppia massima di 420 Nm fra 1.500 e 5.200 giri. Grazie a questi valori la RS Q3 non ha rivali nella sua categoria. Già nella configurazione base questo cinque cilindri è un motore particolare. Mutuato dalla TT RS e dalla RS 3 Sportback, è stato modificato dalla quattro GmbH per l’uso sulla RS Q3. La sequenza di accensione 1-2-4-5-3, favorita dalla geometria del sistema di aspirazione e di scarico, conferisce al motore quel rombo sportivo che ha reso conosciuta Audi sin dagli anni ’80. Con il sistema di regolazione modulare “Audi drive select” dotato delle modalità auto, comfort e dynamic, il conducente può intervenire sulla regolazione delle valvole dell’impianto di scarico e modificare la curva caratteristica dell’acceleratore. In modalità dynamic la risposta del motore diventa più immediata e il suo sound più intenso.

Il 2.5 TFSI accelera la Audi RS Q3 da 0 a 100 km/h in appena 5,5 secondi: il migliore valore del segmento. La velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h. Nella RS Q3 il cinque cilindri Audi è per la prima volta abbinato di serie al sistema Start&Stop. Ulteriori soluzioni di efficienza, come una pompa dell’olio regolata che si attiva all’occorrenza, contribuiscono al consumo medio di 8,8 litri di carburante ogni 100 km (206 g di CO2 al km). Il cambio di serie è un S tronic a 7 rapporti, dalla compatta struttura a tre alberi, con settima marcia lunga per contenere i consumi. Il conducente può utilizzare il cambio a doppia frizione nei programmi D e S oppure innestare le marce manualmente con i bilancieri al volante o la leva selettrice, dallo speciale design RS. La funzione “Launch Control” regola l’accelerazione garantendo una trazione ottimale in fase di spunto.

Il fulcro della trazione integrale permanente quattro è la frizione lamellare a gestione elettronica e comando idraulico, collocata sull’asse posteriore. Essa consente la ripartizione mirata delle forze di trazione fra asse anteriore e asse posteriore. Senza trascurare il comfort, la Audi RS Q3 convince per dinamicità e stabilità. Il telaio sportivo RS abbassa di 25 mm la carrozzeria del SUV compatto ad alte prestazioni. Per una distribuzione ottimale del peso, la batteria si trova nel bagagliaio. Le ruote posteriori sono guidate da sospensioni indipendenti a quattro bracci. Lo sterzo a cremagliera elettromeccanico è molto efficiente e ha una reattività precisa, rigida e diretta. Sono di serie anche il freno di stazionamento elettromeccanico e un sistema di assistenza in fase di spunto. Nella RS Q3 i dischi dei freni forati e autoventilanti sulle ruote anteriori in design “wave” sono dotati di profili esterni ondulati, che permettono di risparmiare circa un chilogrammo di peso sull’asse anteriore. Con un diametro di 365 mm, sono lavorati da pinze a otto pistoncini verniciate in nero con logo RS. Il controllo elettronico della stabilizzazione (ESC) è dotato di modalità sportiva e può essere completamente disattivato. La Audi RS Q3 monta di serie cerchi in lega leggera da 19″ a cui si aggiunge una scelta di cerchi da 20″ in tre versioni. Una di queste è l’esclusivo design a V a 5 doppie razze, adottato per lo studio della Audi RS Q3 concept, presentato al Salone dell’Auto di Pechino 2012.

Oltre che per la motorizzazione, la Audi RS Q3 mostra la sua posizione particolare all’interno della famiglia Q3 con una serie di caratteristiche estetiche distintive. I dettagli di design specifici per la RS accentuano la forte personalità del SUV compatto ad alte prestazioni. Si tratta, nello specifico, di modanature sulla carrozzeria, mancorrenti in alluminio opaco sul tetto, profili sottoporta, calandra nera lucida con design a nido d’ape e paraurti anteriore RS con logo quattro nella presa d’aria inferiore. Completano il quadro un grande spoiler sul tetto, il paraurti posteriore con ampio diffusore e terminale di scarico ellittico nonché il logo RS Q3. Lungo 4.410 mm, il modello di punta misura 25 mm più della Audi Q3. Il suo peso è di 1.730 kg. La Audi RS Q3 può essere ulteriormente personalizzata con i due pacchetti estetici opzionali, in alluminio opaco o nero. Questi comprendono fra le altre cose i flap posti nelle prese d’aria laterali, la finitura del diffusore e le parti laterali dello spoiler sul tetto. La Audi RS Q3 è disponibile in otto colori di carrozzeria, fra cui l’esclusivo Blu Sepang perla.

La linea sportiva del design degli esterni prosegue nell’abitacolo: il quadro strumenti è dotato di quadranti grigi con scale bianche e lancette rosse. Cuciture a contrasto in grigio pietra decorano la leva selettrice e il volante multifunzione a tre razze appiattito nella parte bassa. I display del sistema d’informazione per il conducente e dell’MMI danno il benvenuto al conducente con il logo RS. Dal menu RS del sistema d’informazione è possibile richiamare la pressione di sovralimentazione, la temperatura dell’olio e il cronometro. Accanto ai pedali brilla anche il poggiapiedi in look alluminio; gli inserti di serie sono in lacca lucida nera. Come alternativa sono disponibili anche gli inserti Alluminio Race o in carbonio della quattro GmbH. Il sottocielo di serie è nero, come opzione è disponibile anche in argento luna. Fanno parte della dotazione anche i sedili sportivi con logo RS Q3 in rilievo, rivestiti in Alcantara/pelle nera. Inoltre, come opzione è disponibile il rivestimento in pelle Nappa fine nero o argento luna con cuciture a contrasto in grigio pietra, come pure il pacchetto di design con impuntura a losanghe. Il vano bagagli ha una capienza minima di 356 litri, che diventano 1.261 se si abbattono gli schienali, frazionabili, dei sedili posteriori e l’auto viene caricata fino al tetto. Di serie è previsto anche un pratico fondo reversibile. Per superiori esigenze di trasporto è disponibile il gancio di traino. La Audi RS Q3, oltre al sistema d’informazione per il conducente specifico della RS, monta anche il sistema di ausilio al parcheggio plus, l'”Audi sound system” con dieci altoparlanti, i fari xeno plus e i gruppi ottici posteriori in tecnologia LED. Quando spenti, questi ultimi sfoggiano una particolare colorazione rosso scuro.

Per quanto riguarda l’infotainment, un sistema modulare offre una ricca dotazione, al cui vertice si posiziona il navigatore con disco rigido MMI Navigation plus. Il sistema Bose Surround Sound comanda 14 altoparlanti con una potenza che raggiunge i 465 Watt; il telefono veicolare Bluetooth online insieme all’hotspot WLAN collega il compatto SUV ad alte prestazioni a Internet e porta a bordo i servizi online di Audi connect. La gamma di opzioni è completata da sofisticati sistemi di assistenza al conducente.

Le consegne inizieranno nell’autunno 2013.