Audi S3

La nuova Audi S3

checcobai_ Audi, Novità

La nuova Audi S3 svelata al Salone di Parigi

  • Nuovo motore 2.0 TFSI con sovralimentazione Turbo e iniezione diretta
  • Potenza elevata e consumi minimi: 300 CV (221 kW) e 380 Nm di coppia, appena 6,9 litri ogni 100 km
  • Da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi

Con una potenza di 300 CV (221 kW) e una coppia di 380 Nm, la terza generazione della Audi S3 torna a imporre nuovi standard. La leggera compatta premium, disponibile all’inizio del 2013, coniuga prestazioni dinamiche con innovazioni ed efficienza, concentrando in sé tutta la tecnologia Audi.

Il motore

Il motore a corsa lunga 2.0 TFSI della Audi S3 è stato sviluppato ex novo. La cilindrata di 1.984 cm3 (alesaggio x corsa 82,5 x 92,8 millimetri) è l’unica caratteristica in comune con il suo predecessore, che tra il 2005 e il 2009 è stato eletto per cinque volte consecutive “engine of the year”. Tra i 1.800 e i 5.500 giri questo quattro cilindri sviluppa costantemente 380 Nm sull’albero motore. A 5.500 giri la potenza nominale corrisponde a 300 CV (221 kW); il regime massimo è di 6.800 giri. Le prestazioni della S3 sono impressionanti. In combinazione con il cambio S tronic, per accelerare da zero a 100 km/h bastano 5,1 secondi, con il cambio manuale sono necessari 5,4 secondi. La velocità massima di 250 km/h, limitata elettronicamente, viene raggiunta in scioltezza. La S3 con S tronic consuma in media 6,9 litri di carburante ogni 100 km (con cambio manuale: 7,0 litri) a fronte di emissioni di 159 (162) grammi di CO2 per km e a una riduzione dei consumi (con il cambio manuale) di 1,5 litri rispetto al modello precedente.

Il potente quattro cilindri è dotato di due alberi di bilanciamento che ruotano con un numero di giri doppio rispetto all’albero motore, garantendo un’elevata fluidità meccanica al propulsore. Il suono fa vivere emozioni sportive: grazie a un attuatore acustico elettromeccanico sulla parete anteriore è possibile sentire il suono del motore nell’abitacolo. Inoltre il sistema di scarico è dotato di una valvola acustica che si apre a determinati regimi conferendo alla S3 sonorità spiccatamente sportive.

Il motore 2.0 TFSI si distingue in numerosi campi tecnici con soluzioni innovative. Una di esse è l’iniezione indiretta supplementare che integra l’iniezione diretta di benzina FSI nelle fasi di carico parziale, riducendo i consumi e le emissioni di particolato. L’iniezione FSI sviluppa fino a 200 bar e subentra nelle fasi d’avvio e nei carichi elevati. Nel riempimento delle camere di combustione gli sviluppatori hanno definito nuovi parametri: sul lato di scarico l’Audi valvelift system varia l’alzata delle valvole su due livelli, l’albero a camme sul lato di aspirazione può essere regolato in continuo, secondo le necessità, di 30 gradi rispetto all’angolo di manovella e di 60 gradi sul lato di scarico. La compressione di 9,3:1 è straordinariamente elevata per un motore Turbo.

Il collettore di scarico è integrato nella testa del cilindro, dove entra in contatto con il refrigerante. Questa soluzione abbassa la temperatura del gas di scarico e accelera il riscaldamento dopo l’accensione a freddo, riducendo i consumi durante la fase di avvio a freddo. Inoltre, questo concetto si ripercuote positivamente sui consumi durante la guida sportiva, perché permette di fare a meno dell’arricchimento a pieno carico. Anche il grande turbocompressore è stato sviluppato ex novo. Genera una pressione di alimentazione massima di 1,2 bar e consente una risposta del motore ancora più immediata. L’intercooler ad alte prestazioni integrato nel circuito idraulico riduce sensibilmente la temperatura dell’aria compressa, incrementando la quantità di aria necessaria per la combustione. Con l’innovativo sistema di gestione termica del 2.0 TFSI, il flusso del refrigerante viene regolato da due diaframmi rotativi riuniti in un modulo. La loro funzione è di portare velocemente l’olio del motore alla temperatura di esercizio dopo l’avvio e di regolare la temperatura del refrigerante tra 85 e 107 gradi centigradi, a seconda della situazione di guida. Con qualsiasi carico e numero di giri, è quindi possibile raggiungere il miglior compromesso fra attriti minimi e miglior rendimento termodinamico.

Il 2.0 TFSI è stato studiato appositamente per le esigenze della nuova Audi S3. Le forze vengono trasmesse all’albero motore tramite pistoni con perni rinforzati e nuovi anelli nonché bielle con nuovi cuscinetti. Sono stati applicati dei rinforzi ai reggispinta principali e al cappello di banco del basamento in ghisa grigia. La testa del cilindro è composta da una nuova lega di alluminio-silicio particolarmente leggera che si distingue per elevata robustezza e resistenza alla temperatura. Il nuovo rivestimento dei pistoni e i cuscinetti degli alberi di bilanciamento mantengono bassi gli attriti interni. La pompa dell’olio regolata richiede solo l’energia necessaria per le condizioni di guida del momento. Nonostante la sua complessità e le elevate prestazioni, il nuovo 2.0 TFSI pesa solamente 148 chilogrammi, vale a dire oltre cinque chilogrammi in meno rispetto al motore precedente. Con 603 millimetri di lunghezza, 678 millimetri di larghezza e 664 millimetri di altezza le dimensioni si dimostrano compatte.

La trasmissione della forza

Nella nuova Audi S3 la trasmissione della forza è affidata a un cambio manuale a sei marce di serie con un alloggiamento leggero in magnesio. In alternativa si può scegliere il cambio S tronic, che si distingue per l’elevato rendimento e la lunghezza del rapporto di trasmissione in sesta. Come nel cambio manuale, le marce inferiori sono corte a vantaggio della dinamicità.

Il cambio S tronic è composto da due aggregati parziali; la regolazione delle marce è effettuata da due frizioni a lamelle. La grande frizione esterna trasmette la coppia agli ingranaggi delle marce 1, 3 e 5 tramite un albero pieno. Attorno all’albero pieno ruota un albero cavo. Quest’ultimo è collegato a una seconda frizione, più piccola, che è alloggiata all’interno della sua sorella maggiore e agisce sugli ingranaggi delle marce 2, 4 e 6 nonché sulla retromarcia. Entrambi i cambi parziali sono costantemente attivi, ma solo uno di essi è accoppiato al motore. Quando il conducente accelera mentre si trova in terza, nel secondo cambio parziale è già innestata la quarta. Il cambio della marcia avviene tramite l’intervento alternato delle frizioni. Dura solo alcuni centesimi di secondo e si compie in modo così rapido e fluido che quasi non lo si percepisce.

Il cambio S tronic può essere azionato tramite la piccola leva selettrice o per mezzo dei bilancieri al volante opzionali. Oltre ai comandi manuali, sono a disposizione le modalità di esercizio automatico D e S. Al conducente basta premere un pulsante per attivare il “launch control”, che gestisce la partenza con slittamento controllato degli pneumatici, riversando tutta la potenza del motore sulla strada. La trazione integrale permanente quattro è un componente fisso della trasmissione della forza motrice, grazie al quale il nuovo modello di punta della serie A3 riesce a distinguersi nettamente dalle concorrenti con trazione a due ruote motrici. Con la Audi S3 l’accelerazione in uscita dalle curve può essere effettuata prima e in maggiore sicurezza: la guida è dinamica e stabile in tutte le condizioni, specialmente in caso di pioggia o neve.

Il cuore della trazione quattro è una frizione idraulica a lamelle con comando elettronico; per una ripartizione equilibrata del carico sugli assi, essa è posizionata al fondo dell’albero cardanico, prima del differenziale elettronico sull’assale posteriore. Al suo interno racchiude un pacco lamellare a bagno d’olio. Le corone d’attrito di metallo sono disposte in successione a coppie: una corona è collegata all’involucro che ruota con l’albero cardanico, l’altra con l’albero di uscita sul differenziale elettronico dell’assale posteriore. In condizioni di guida normali, la frizione trasmette le forze del motore principalmente alle ruote anteriori. Se si verifica una diminuzione della trazione, la frizione devia la forza senza soluzione di continuità sulle ruote posteriori, compattando i pacchi lamellari nell’arco di pochi millisecondi. La pressione necessaria viene sviluppata molto rapidamente da una pompa a pistoni assiali.

Audi S3

Il telaio

La nuova Audi S3 offre una dinamicità di guida da auto sportiva. Segue la sterzata con precisione e spontaneità, percorre curve di qualsiasi tipo a elevata velocità e con movimenti della carrozzeria minimi. L’handling è preciso, sicuro. Una delle ragioni di queste prestazioni è la precisa distribuzione dei carichi assiali. Rispetto al modello precedente, l’asse anteriore è stato spostato in avanti di 52 millimetri. Il nuovo 2.0 TFSI, di ben 5 chilogrammi più leggero del motore precedente, è montato con un’inclinazione all’indietro di 12 gradi. Questa disposizione deriva dal pianale modulare trasversale del gruppo, su cui si basa la nuova Audi S3.

Il telaio ausiliario, i supporti oscillanti dell’asse anteriore McPherson, il Crash Management System, i parafanghi anteriori e il cofano sono in alluminio. Insieme, permettono di ridurre il peso di circa 17 chilogrammi. Le sospensioni anteriori hanno una carreggiata di 1.535 millimetri; è presente uno stabilizzatore come sull’asse posteriore. Un’altra innovazione presente sulla Audi S3 è lo sterzo progressivo. La barra dello sterzo ha un collegamento tale da permettere di variare il rapporto di trasmissione: un po’ più indiretto nella posizione centrale, molto diretto in caso di sterzate decise. Grazie a questa tecnologia, il conducente può apprezzare una gradevole tranquillità sui percorsi rettilinei e una maggiore spontaneità nelle curve strette.

Il potente motore elettrico responsabile della servoassistenza si armonizza perfettamente con le caratteristiche dello sterzo, diminuendo la propria intensità all’aumentare della velocità. Non essendo necessaria energia sui percorsi rettilinei, è possibile una riduzione del consumo di carburante di 0,3 litri per 100 chilometri. Lo sterzo progressivo interagisce con diversi sistemi a bordo della nuova S3, come il consiglio di pausa di serie o gli optional “Audi active lane assist” e l’assistente al parcheggio. La carreggiata dell’asse posteriore a quattro bracci misura 1.511 millimetri. I suoi bracci longitudinali a forma di lama assorbono le forze motrici e frenanti; a beneficio del comfort di guida, i cuscinetti sono di grandi dimensioni e relativamente elastici. Per contro, i tre bracci trasversali responsabili dell’assorbimento delle forze laterali sono rigidi e fissati alla traversa di acciaio per una migliore dinamica di guida. Rispetto alla A3, tutti i cuscinetti hanno un tensionamento sportivo.

I bracci dell’asse posteriore sono composti da tipologie di acciaio ad alta resistenza, i mozzi delle ruote sono di alluminio. Gli ammortizzatori e le compatte molle elicoidali sono separati, consentendo una risposta sensibile e un ampio volume del bagagliaio. Grazie al telaio sportivo, la carrozzeria si colloca 25 millimetri più in basso rispetto alla A3. La nuova Audi A3 monta cerchi in lega leggera in misura 7,5 Jx18 con pneumatici in misura 225/40, perfetti per il design a cinque razze parallele caratteristico delle versioni S. Le ruote vengono prodotte con la costosa tecnica del flowforming, in cui il canale del cerchio viene laminato su un cilindro applicando una forte pressione a temperature elevate. Mentre l’impianto modella le ruote grezze, il materiale si indurisce permettendo di ottenere pareti di spessore ridotto: la ruota diventa più leggera e, allo stesso tempo, più solida. Nonostante le prestazioni dinamiche, tutti gli pneumatici contribuiscono all’efficienza della nuova Audi S3 grazie alla loro limitata resistenza all’attrito.

I freni della nuova S3 sono estremamente precisi, la sensazione sul pedale è immediata ed energica. I dischi anteriori autoventilanti hanno un diametro di 340 millimetri; le pinze sono in vernice nera e riportano le scritte S3. Il nuovo freno di stazionamento elettromeccanico, integrato nell’impianto frenante sull’asse posteriore, può essere comandato dal conducente tramite un pulsante. Il nuovo controllo elettronico della stabilizzazione ESC si presenta in un nuovo grado di evoluzione; la regolazione è estremamente sensibile.

Il controllo della dinamica di guida “Audi drive select” è di serie sulla nuova Audi S3. Questo sistema unisce le caratteristiche del pedale dell’acceleratore elettronico, la comodità dello sterzo progressivo e i punti di innesto dell’S tronic opzionale. Tramite un pulsante il conducente può decidere se impostare questi sistemi sulla modalità comfort, auto, dynamic, efficiency o individual; la modalità individual (a partire da equipaggiamenti con MMI Radio) permette di impostare entro certi limiti il proprio profilo preferito.

Nella modalità efficiency, anche il climatizzatore automatico comfort di serie, il regolatore di velocità o l’“adaptive cruise control”, nonché i proiettori “Audi adaptive light” funzionano in modo da ottimizzare i consumi. Quando il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore, il cambio S tronic passa in folle. Un altro elemento opzionale integrato nelle regolazioni di “Audi drive select” è l’ “Audi magnetic ride”, il sistema di regolazione elettromagnetica degli ammortizzatori. Nei pistoni degli ammortizzatori circola un olio idrocarburico sintetico contenente microscopiche particelle magnetiche. Quando viene applicata tensione a una bobina, le particelle magnetiche si orientano trasversalmente alla direzione del flusso dell’olio, rallentandone il passaggio attraverso i canali del pistone.

La centralina analizza costantemente le condizioni della strada e lo stile del conducente continuando ad adattare le forze ammortizzanti in pochi millisecondi. Il conducente può selezionare tre diverse modalità. Nella modalità normale la S3 procede armoniosamente, mentre nella modalità sportiva aderisce con decisione alla strada. La reazione alla sterzata diventa ancora più immediata e il rollio subisce una notevole limitazione.

La carrozzeria

La costruzione ultraleggera è una delle competenze chiave di Audi. La nuova S3 non supera i 1.395 chilogrammi di peso, un record assoluto nel confronto con la concorrenza. Rispetto al modello precedente, il peso a vuoto è diminuito di 60 chilogrammi. Grazie agli acciai high-tech formati a caldo, la carrozzeria grezza da sola ha subito una riduzione del peso di 28 chilogrammi rispetto al modello precedente; i grandi componenti in alluminio nella parte anteriore completano il concetto di costruzione leggera. Inoltre, la carrozzeria a tre porte della S3 è decisamente rigida, sicura in caso di impatto e dotata di un’acustica piacevole; il parabrezza fonoassorbente è di serie. Il coefficiente di resistenza aerodinamica Cx corrisponde a solo 0,33. La nuova Audi S3 misura 4.254 millimetri di lunghezza, 1.777 millimetri di larghezza e 1.435 millimetri di altezza. Il passo corrisponde a 2.595 millimetri, 17 millimetri in più rispetto al modello precedente.

Il design esterno

La nuova Audi S3 si impone sulla strada con il suo carattere sportivo ed energico. Tutti gli elementi del suo design sono accurati e incisivi; la forma scultorea e atletica con il cofano ribassato, la caratteristica linea tornado sotto i finestrini e la decisa inclinazione del montante posteriore slanciano la carrozzeria. Audi fornisce come dotazione di serie i fari con tecnologia xeno plus con le luci diurne in tecnologia LED. Anche le luci posteriori piatte, che integrano la luce di arresto adattiva, sono dotate di diodi elettroluminescenti. La Audi adaptive light allo xeno adatta l’illuminazione nelle curve; inoltre, essendo collegata al navigatore satellitare, lavora in simbiosi con esso offrendo le funzioni di illuminazione per la città, le strade secondarie, l’autostrada, gli incroci e le strade extraurbane. In collegamento con la telecamera anteriore, il limite luce-oscurità dei fari viene adattato automaticamente. Questa funzione rappresenta un importante vantaggio di notte perché migliora la visibilità e la sicurezza.

Una novità assoluta nel segmento delle compatte premium sono i proiettori in tecnologia LED opzionali, finora disponibili solo sulle vetture delle classi superiori. L’illuminazione anabbagliante viene generata da due riflettori a forma libera con un totale di 9 chip LED ad alte prestazioni, gli abbaglianti illuminano attraverso la piastra decorativa in alluminio semilucida con dieci LED al alte prestazioni.

A seconda dell’equipaggiamento, i fari abbaglianti sono ad accensione automatica e le luci di svolta dinamiche, anch’esse in tecnologia LED, illuminano le curve strette. Le luci per le strade secondarie, l’autostrada e le strade extraurbane completano le funzioni comfort di illuminazione. Le all-weather lights (luci che si adattano automaticamente alle condizioni meteo) aumentano la sicurezza in caso di nebbia o neve.

Con la calandra single-frame caratteristica delle versioni S, la Audi S3 esprime il suo carattere sportivo senza compromessi. La cornice è in look alluminio e l’inserto in grigio platino opaco; anche i doppi listelli trasversali orizzontali splendono in look alluminio. Il paraurti di nuova realizzazione integra nervature doppie in look alluminio nelle prese d’aria laterali. Le grandi prese d’aria con inserti romboidali nero lucido sono incorniciate da profili marcati. In prossimità delle ruote si delineano delle prese d’aria supplementari. Nella vista laterale spiccano i gusci degli specchietti retrovisivi esterni in look alluminio e i battitacchi pronunciati. Il paraurti posteriore è stato rinnovato. Il diffusore grigio platino racchiude i quattro terminali di scarico ovali con rivestimento cromato. Il grande spoiler posteriore al tetto fornisce una maggiore deportanza sull’asse posteriore. Il posteriore e la griglia single-frame sono ornati dalle targhette S. Tra i 14 colori disponibili per la S3 si distinguono le esclusive vernici cristallizzate nero pantera e blu Estoril.

Gli interni

Gli interni riprendono il design dinamico degli esterni. Un arco a sbalzo avvolge la plancia, che si presenta snella e piatta dando l’impressione di essere sospesa sulla console centrale. Le grandi bocchette di ventilazione circolari, l’elegante pannello di comando del climatizzatore e gli inserti decorativi in alluminio spazzolato opaco o in look 3D nero conferiscono un tocco di raffinatezza. I comandi sono chiari e intuitivi come in tutte le Audi, la qualità dei materiali è eccellente e lo spazio a disposizione è generoso. Il bagagliaio ha un volume di 365 litri, estendibile a 1.100 litri abbattendo lo schienale del divano.

I quadranti della strumentazione sono di colore grigio, mentre le lancette sono bianche. Un’altra particolarità caratteristica delle versioni S è rappresentata dal contagiri, in cui ora è integrato un indicatore della pressione di sovralimentazione. Il sistema d’informazione per il conducente con consiglio di pausa è di serie, il monitor di bordo a scomparsa con comando elettrico (di serie a partire da equipaggiamenti con MMI Radio) si avvia all’accensione con un’esclusiva schermata S3. Il nuovo volante sportivo multifunzionale in pelle è stato ridisegnato, ha il bordo inferiore appiattito e interagisce con il cambio S tronic tramite i bilancieri in look alluminio. I pedali e i punti d’appoggio per il piede sono in alluminio spazzolato.

Anche i sedili sportivi con cuscino estraibile sono di nuova realizzazione. Sono disponibili tre varianti di rivestimenti. La prima prevede i robusti pannelli laterali in pelle Nappa perla e le sezioni centrali in stoffa. La seconda è una combinazione tra Alcantara traforata e pelle Nappa perla. La terza variante è un accostamento di pelle Velvet e pelle Nappa fine. Su richiesta Audi fornisce anche i sedili sportivi S con appoggiatesta integrato e trapuntatura a rombi. Gli interni della S3, incluso il cielo, sono neri con accenti creati dalle cuciture in contrasto; in alternativa si può scegliere la Audi design selection bicolore in nero/rosso. Le scritte S sono presenti sulle soglie battitacco, sul volante, sul pomello della leva del cambio e sulla strumentazione. Sulla Audi S3 il climatizzatore automatico comfort con regolazione bi-zona e il pacchetto soluzioni portaoggetti sono di serie.

Audi S3 - Interni

L’equipaggiamento

Su richiesta, la nuova S3 può essere dotata di tutte le soluzioni innovative disponibili su questa serie di modelli per quanto riguarda infotainment mobile e sistemi di assistenza per il guidatore. Il programma Audi connect include un’ampia gamma di servizi on-line su misura che mettono il conducente in contatto con l’ambiente e con Internet e forniscono importanti informazioni in modo semplice e veloce.

Per l’utilizzo dei nuovi servizi, Audi ha creato diversi elementi di infotainment, tra i quali spicca il sistema di navigazione MMI plus con MMI touch. Questo sistema di alta gamma seduce con un monitor ultrapiatto da sette pollici estraibile con azionamento elettrico e un nuovo sistema di controllo in cui l’MMI touch è integrato nel comando a pulsante/ghiera. Il sistema Audi Phone Box permette di far interagire i telefoni cellulari con la vettura in pieno comfort mentre l’impianto audio di Bang & Olufsen offre una straordinaria esperienza in HiFi; le luci in tecnologia LED mettono in risalto i woofer nelle portiere.

I sistemi di assistenza della S3 derivano direttamente dalla categoria superiore. La gamma include l’“adaptive cruise control” che, in combinazione con il sistema di sicurezza “Audi pre sense front”, al di sotto dei 30 km/h applica autonomamente la forza frenante massima, l’“Audi side assist”, l’“Audi active lane assist” e il riconoscimento dei segnali stradali basato su videocamera.

Sono inoltre disponibili numerosi optional sportivi e per il comfort, tra cui l’“Audi adaptive light”, anche con regolazione dinamica della profondità dei fari, la chiave comfort e il tetto panoramico in vetro.

La Audi S3 sarà disponibile all’inizio del 2013, maggiori informazioni nella nostra sede Audi.